La Premier Cru Boudriotte: l’alta qualità di Chassagne Montrachet

La qualità elevatissima del Domaine Ramonet è riconosciuta in tutto il mondo ed è garanzia certa di massima rappresentazione a bicchiere del famoso terroir di Chassagne Montrachet.

Un domaine che negli ultimi hanno ha visto aumentare fortemente il prezzo a mercato delle sue bottiglie grazie ad una sempre più elevata richiesta sul mercato, aspetto che conferma una qualità produttiva e d un’abilità di vinificazione che va aumentando nel tempo i maniera costante.

Il Domaine è oggi condotto da Noël e Jean-Claude, testimoni del nonno Pierre, viticoltore di grande fama che ha saputo far conoscere la Borgogna dei vini in tutto il mondo raggiungendo i palati di un pubblico più ampio dell’esperto e dell’appassionato.

I fratelli Ramonet sono considerati oggi i maggiori interpreti del terroir di Chassagne Montrachet, dove l’aspetto più importante e il fil rouge di tutta la produzione del village è mantenere a bicchiere una fedele coerenza delle grandi qualità che il terroir ha saputo conferire ai grappoli, inutile dire, quindi, che l’intera attività di coltivazione e produzione è vocata alla biodinamica e alla tecnica naturale in modo che nulla possa interferire nel sinolo tra terra e vino.

La Parcella Boudriotte: il 1er Cru di Ramonet

In realtà un sub-climats, la Boudriotte è un terroir che si estende tra pietre rosaceo aranciato che ricoprono argille al punto tale da quasi nasconderle all’occhio.

Molto ricco mi proprietà organolettiche interessanti, tra cui in maggior concentrazione manganese e ossido di ferro, è in grado di dare vita a vini d incantevole raffinatezza orientata solitamente a sentori fruttati e floreali che si muovono in punta di piedi, sottilmente, impreziositi da un corpo nitido e succoso che porta al palato una sensazione setosa he termina con una sensazione salina sul finale.

Di per sè Montrachet è la culla dei bianchi più brillanti e solari che si aprono in ricchi profumi variegati ma netti e ben definiti.

Sono caratterizzati da profonda “intensità d’espressione”, tra fiori bianchi e gialli talvolta attraversati da venature amarognole che riportano al tarassaco e mimose, cerealicole, una declinazione speziata che porta con sè profumi e sapori di liquirizia e cenni muschiati e balsamici.

Il vino dedicato alla video degustazione di oggi è proprio un esempio perfetto dell’intensità d’espressione appena descritta, un bianco luminoso e brillante tra sfumature dorate riflesse in un bicchiere giallo paglierino molto carico.

Un vino senza dubbio costoso, giustificato però dall’alta qualità del produttore e dalla sempre più alta richiesta dei suoi vini a mercato.

Il Chassagne Montrachet Permier Cru La Boudriotte del Domaine Ramonet lo trovi qui.

Site Footer