Domaine de l’Arlot: il Nuits Saint Georges

Il Domaine de l’Arlot, situato a 2 km a sud di Nuits Saint Georges nel cuore pulsante della Borgogna dei grandi vini rossi, la Cote de Nuits, rappresenta dal punto di vista architettonico la tipica struttura vitivinicola borgognona.

Una splendida casa risalente al XIX secolo al centro di vigneti estesi a perdita d’occhio, circondati dai tipici muretti a secco che delimitano i clos.

Con pratiche biologiche dal 2000 l’azienda ha avviato la biodinamica nel 2003, una pratica ora estesa a tutte le viti, ottenendo certificazione AB nel 2014,

Il Domaine a
bbandona completamente fertilizzanti chimici e prodotti sintetici: la vite è al centro di un equilibrio naturale che deve essere necessariamente aiutato ed esaltato, perseguendo il modo migliore per esprimere la verità dei terroir.

Intervenire saggiamente e il meno possibile nella nascita del vino definisce la regola di base per la vinificazione dei vini del Domaine de l’Arlot.
I grappoli vengono raccolti a mano, le uve vengono selezionate due volte, in vigna e in cantina per mantenere solo il meglio della vendemmia.

Il vino dedicato alla video degustazione di oggi è il 1er Cru Clos De l’Arlot Nuits Saint Georges, un rosso che offre un piacere immediato sia al naso che al palato attraverso una splendida eleganza e un piacevole sentore fruttato.

Ad una prima impressione il suo bouquet è radioso e complesso tra lampone, ribes, ciliegia e fragola amalgamati da un perfetta nota floreale.
Al palato è delicato, facile, morbido dalla lunghezza interminabile del finale.

È generato da un terroir complesso, caratterizzato da microclimi e suoli vari tra matna con ostrea acuminata, calcare di Premeaux e oolite bianca.
La più importante caratteristica del Clos de l’Arlot riguarda il suo passato: è una vigna che è stata coltivata in una vecchia cava ad anfiteatro, beneficiando di tutte le imprescindibili qualità organolettiche del suo terreno.

Il Clos è contraddistinto da 2 tipi di terreno distinto: in alto, le ooliti bianche ospitano le viti più giovani, in basso le più vecchie sono basate su marna con ostrea bianca.

Vinificazione tradizionale con raccolta manuale ed affinamento di 15 mesi in botti di rovere con un massimo di 45% di legno nuovo più 3 mesi in vasche prima dell’imbottigliamento.

Solo le viti più vecchie, invece, entrano a far parte della cuvée rossa Clos de l’Arlot.

Il Nuits Saint Georges 1Er Cru Clos De l’Arlot del Domaine de l’Arlot lo trovi qui.

Site Footer