4 grandi bianchi per iniziare il vostro viaggio nella Francia dei grandi vini

Questo video nasce per rispondere ad un’esigenza che in molti ci avete espresso: quali sono i vini migliori con cui iniziare ad esplorare i grandi terroir di Francia?

Si sa, il vino è una passione costosa, c’è poco da girarci intorno, e uno degli aspetti su cui molti si basano per la scelta di una bottiglia è troppo spesso il prezzo.

Non c’è dubbio a riguardo, quando il vino è costoso certamente qualità e pregio del produttore sono garantite, ma pensare che il prezzo sia una variante indispensabile per definire la bontà di un vino è un grave errore.

L’esempio che meglio calza questo concetto è quello dello champagne: un prodotto di lusso, dedicato a chi può permetterselo, esageratamente costoso e, se non lo fosse, no sarebbe vero champagne.

Non c’è niente di più limitante e sbagliato che un’idea come questa.

Esistono dei vignaioli di Champagne che con appena 30€ a bottiglia possono farvi vivere dei veri e propri sogni tra naso e palato, champagne che nonostante il loro prezzo esprimono una qualità ed una purezza che non hanno nulla da invidiare agli champagne più costosi.

Lo stesso principio vale sul vino in generale: non bisogna per forza svenarsi per bere bene, anzi, spesso, nella botte piccola c’è il vino buono, per l’appunto!

Un secondo aspetto che è bene tenere in considerazione è il seguente: ammettendo che si voglia spendere 90, 100 o 150 € per una bottiglia di vino, si possiede l’esperienza o l’approccio critico tale da poterne riconoscere la qualità, giustificandone quindi la spesa?

Il vino non è una bevanda, o meglio, lo è agli occhi dei più, ma diventa qualcosa di estremamente più complesso e profondo se lo si osserva con un grado di passione ed esperienza tali da permettere di andare oltre.

Come diciamo sempre, il vino è un libro in grado di raccontare una storia lontanissima e lunghissima nel tempo, storie di famiglie, di tradizioni, di tecniche ed abilità anno dopo anno trasmesse, di passione, ricerca, sperimentazioni, fallimenti e conquiste, il tutto racchiuso in qualche dita di vino dentro un bicchiere.

Inutile approcciarsi ai tomi filosofici o quantistici quando non si ha l’interesse o la conoscenza di fondo tale per poterne apprezzare lo spessore, non credete?

Il vino funziona alla stessa identica maniera: potreste provare a leggerlo, pagandolo profumatamente ed illudendovi che sia il miglior vino che abbiate mai assaggiato solo perchè la vostra mente vi dice che il prezzo altissimo è diretto sinonimo di qualità, ma in fondo in fondo, non vi piacerà quel libro, perchè prima o poi capirete che il vostro interesse o esperienza non sono soddisfatti da quel vino così costoso.

In sintesi: inutile orientarvi verso vini esageratamente costosi se non possedete l’esperienza per comprenderlo, perchè resterà solo una bevanda molto costosa.

I 4 vini della video degustazione di oggi sono 4 prodotti eccellenti per qualità e purezza, 4 vini base per un ingresso in punta di piedi nel complesso e profondo mondo dei terroir di Francia, con le loro denominazioni intricate, tradizioni, tecniche e concetti tutti da imparare.

Sono 4 vini facili da bere e da comprendere, che sarete in grado di apprezzare proprio perchè non così complessi nella loro struttura e bouquet aromatici da richiedere un’esperienza più profonda.

Ricordate: i concetti qui espressi, così come tentiamo di esprimerli nella maggior parte dei nostri articoli, sono rivolti a chi intende andare oltre al concetto di vino da bere addentrandosi nel fantastico mondo della degustazione sensoriale, che di per sè guarda al vino in maniera curiosa e critica, anzi, consapevole.

Godetevi il nostro video e ricordatevi che trovate qui i vini degustati:

Site Footer