La cantina-tempio del Masseto: il nuovo caveau dedicato al luxury wine di Bolgheri

Sembra un bunker, guardando il suo ingresso.
È una miniera, basandosi sul richiamo della sua struttura interna scavata nel corpo monolitico di argilla blu della collina.
È un’opera d’arte, secondo le direttive architettoniche commissionate al famoso studio ZitoMori.

In realtà è un tempio.

È il tempio dedicato esclusivamente al Masseto, il luxury wine di Bolgheri, allo stesso tempo miniera e opera d’arte realizzata dagli architetti Hikaru Mori e Maurizio Zito su commissione della Tenuta Masseto il cui bando europeo è stato lanciato nel 2012 con completamento della struttura nel 2018.

La nuova cantina-tempio del Masseto è una struttura che la Tenuta Masseto ha deciso di realizzare sulla base di un’esperienza trentennale in omaggio alla storia della tenuta, pensata e studiata fin nei minimi particolari per soddisfare le esigenze del team di enologi interno e per ricreare le condizioni perfette per la vinificazione del Masseto, partendo dalla costruzione incavata nell’argilla blu delle colline che la protegge naturalmente grazie alle sue proprietà isolanti.

La cantina-tempio Masseto si espande per un un totale di 2500 mq includendo vasche da 65 ettolitri, due barricaie standard per il primo e secondo anno di affinamento in legno più una sperimentale per micro-filtrazione e maturazione.

Il cuore della struttura è invece dedicato al Caveau Masseto dove, dietro una parete rivestita in pietra, vengono conservate bottiglie di ogni annata a partire dal 1986, anno della prima bottiglia.
La tenuta Masseto ha inoltre commissionato, in omaggio al vigneto a cui è stata dedicata la cantina-tempio, un documentario fotografico e un docu-film istituzionale magnifico, caratterizzato da un susseguirsi rallentato di scene e da una colonna sonora di fondo assolutamente evocative.

Site Footer